© Pango Visual

La Città vecchia di Mentone

Uno scenario da cartolina

“Menton. L’Italie commence, on le sent dans l’air”, scriveva Flaubert. (Mentone. Qui si entra in Italia, lo si sente nell’aria). Dal centro storico emana un senso di gioia di vivere. Ci si perde volentieri andando a zonzo per le strette viuzze, le scale e piazzette all’ombra fiancheggiate da facciate dalle varie tonalità luminose di colore giallo ocra. All’interno dell’antica cinta muraria, le traverse medievali e il complesso barocco del sagrato di San Michele testimoniano il suo ricco passato. E ovunque, assolutamente, il Mediterraneo fa sentire la propria presenza con il suo colore azzurro intenso. Una meraviglia per gli occhi e il cuore!

Il sagrato della Basilica di San Michele,

uno scenario teatrale

In cima alle maestose rampe si trovano il sagrato acciottolato con lo stemma del casato Grimaldi, la basilica di San Michele Arcangelo e la cappella dei Penitenti Bianchi che costituiscono uno splendido complesso barocco. Ce la prendiamo comoda, si contempla la vista che spazia sulla baia delle Sablettes! La magia del luogo è sorprendente! Si raggiunge questo posto con i bambini che non mancheranno di impadronirsi del sagrato di corsa!

Da notare che questo scenario teatrale ospita ogni anno il Festival di Musica di Mentone, uno dei più antichi e prestigiosi al mondo. Una straordinaria esperienza musicale a cielo aperto!

 

 

LO SAPEVI?

Nel 2006 sono stati necessari almeno 25 000 ciottoli di Mentone selezionati a mano per il restauro del piazzale acciottolato.

 

Un borgo

nel cuore della città

È impossibile venire a Mentone senza visitare il centro storico ossia la città vecchia. Dal confine con l’Italia fino a Capo Martino, lo sguardo è attratto dalle facciate variopinte. Si percorre il labirinto delle viuzze tra luce e ombra, calura e freschezza. Si risale nella storia dall’epoca medievale a quella barocca. Questo luogo emana un fascino che risente dell’influenza italiana. Superate le maestose rampe che salgono alla basilica di San Michele, fa’ una pausa sul sagrato! Goditi lo spettacolo di questo scenario barocco! La vista che spazia sulla spiaggia delle Sablettes e sul porto vecchio merita da sola una salita. Da lì, proseguendo per strette scale, si giunge al cimitero del Vecchio castello che domina il sito e offre una vista panoramica su tutta la baia. Una passeggiata fuori dal tempo!

Rue longue (Via lunga),

una perla poco conosciuta

Via stretta, fiancheggiata da facciate variopinte in cui prevalgono e fanno a gara i colori giallo e arancione. Bottegucce di una volta raggiungibili dopo qualche gradino, lanterne dalla luce soffusa. Le persiane socchiuse nelle prime ore più fresche del mattino, la biancheria stesa ad asciugare dalle finestre. I passaggi che riparano dal caldo per un attimo. Una miriade di atelier di artisti. Un’atmosfera insolita e d’altri tempi regna in questa antica via romana che attraversa la città vecchia. Detto tra noi, la via è lunga e sarebbe bello che non si fermasse mai. Qui ti aspetta la Mentone autentica!

I nostri suggerimenti