Guarda le foto (2)

Escursione Giro del Monte Carpano e Plan du lion

Attività sportive, Sport pedestri, Itinerario di escursione pedestre A Castellar

7.5 km
  • Bella escursione con viste panoramiche. In primavera, potrete godere i profumi della vegetazione mediterranea. Difficoltà media. Ideale in famiglia, se ci si ferma al Plan du Lion, un'immensa zona erbacea piatta che domina il litorale.

  • Essendo un circuito, può essere percorso in direzione di Castellar, cappella Saint-Sébastien, pista de l'Orméa, o in direzione di Castellar, route des Granges St. Paul, plan du Lion.

    Dal parcheggio del cimitero (place de l'Armée des Alpes), si risale la stradina del Col St-Bernard che sale ripidamente sopra il villaggio; lasciatela poco dopo per prendere a destra il sentiero Orméa, che serve diverse residenze. Una volta raggiunti gli ultimi campi mantenuti, la pista si trasforma in un...
    Essendo un circuito, può essere percorso in direzione di Castellar, cappella Saint-Sébastien, pista de l'Orméa, o in direzione di Castellar, route des Granges St. Paul, plan du Lion.

    Dal parcheggio del cimitero (place de l'Armée des Alpes), si risale la stradina del Col St-Bernard che sale ripidamente sopra il villaggio; lasciatela poco dopo per prendere a destra il sentiero Orméa, che serve diverse residenze. Una volta raggiunti gli ultimi campi mantenuti, la pista si trasforma in un sentiero asfaltato con molte curve che porta all'incrocio GR 51 - GR 52, ai piedi del passo di Berceau. Poi attraversa a destra (sud) il vasto altopiano panoramico che si estende dal Plan du Lion al Plan de Leuze fino a trovare a sinistra il sentiero che culmina al monte Carpano (773 m) sulla cresta di confine. Dopo questo breve giro, iniziate la discesa verso i granai di St-Paul (attenzione, sentiero ripido) e seguite a destra il largo sentiero DFCI (difesa forestale contro gli incendi) che sale leggermente fino ai bacini d'acqua prima di ridiscendere dolcemente verso Castellar. All'altezza dello stadio, una piccola strada asfaltata riporta rapidamente all'entrata del villaggio dove si è accolti dalla cappella di St-Roch (restaurata nel 2000), poi un po' più a monte dalla cappella di St-Sébastien (XIV secolo) che veglia sul cimitero.

    Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)
I nostri suggerimenti