© Isabelle Fabre

Moulinet

Il borgo dai paesaggi selvaggi

Il borgo di Moulinet era una volta definito come “la Svizzera a due passi dal litorale”, mettendo in risalto tanto gli incantevoli paesaggi quanto la mitezza del clima durante la stagione estiva. La bellezza della località e il suo suggestivo carattere reggono senz’altro il confronto. I boschi, i corsi d’acqua e la frescura estiva attirano in effetti tutti quelli in cerca di quiete e di autenticità. Una piccola oasi verde in mezzo a castagni, querce, faggi, abeti e larici.

BaptisteBaptisteBaptiste

Andare a scoprire la cappella della Madonna della Menour significa camminare su una muraglia cinese in miniatura. La strada che porta a quest’edificio è anche di assoluta bellezza. Da vedere!

Baptiste

5 buoni motivi per visitare Moulinet

Una tappa del famoso rally di Monte Carlo

L’escursione atipica dell’Authion

Le svariate opportunità di attività sportive

La splendida cappella della Madonna della Menour

Le stazioni sciistiche di Turini e di Camp d’Argent

Da non perdere

a Moulinet
I RUDERI DEL SITO ‘CABANNES VIEILLES’

A Cabannes Vieilles, delle caserme diroccate richiamano la violenza dei combattimenti del 1945. Oggi invase dalla vegetazione, regalano una visione bucolica con il carro armato Stuart che sembra adagiato sul suo ripiano verdeggiante.

Il circuito dell’Authion

e dei suoi forti

Posizionato sopra tutte le valli circostanti, offre una suggestiva passeggiata ricca di storia. Aperto al traffico stradale da maggio a novembre, il circuito si può praticare a piedi, in bici o in auto. In inverno, gli amanti delle ciaspole potranno percorrerlo in un’atmosfera fiabesca con abeti ricoperti di neve sullo sfondo. Questa atipica escursione dà l’opportunità di scoprire le tragiche battaglie che si sono svolte nella zona fino alla Liberazione avvenuta nell’aprile 1945.

I nostri suggerimenti