Guarda le foto (3)

Monastero dell'Annunciazione

Sito e monumento storico, Patrimonio religioso, Monastero, Sito religioso, Ville d'art et d'histoire A Menton
  • Monumento storico, il monastero è un simbolo della città di Mentone. In cima alla collina, sopra il mare. Ma se il luogo è discreto, è molto più generoso in termini di panorama che dà da vedere.

  • Ultimo residuo dell'antica città di Podium Pini, monumento storico, il monastero dell'Annunciazione è un simbolo per la città di Mentone. Lo si indovina lassù arroccato sulla sua collina a 225 metri sul livello del mare. Ma se il luogo si fa discreto, è altrimenti più generoso per quanto riguarda il panorama che dà a vedere... e può essere orgoglioso di aver visto tutto dal XI secolo, in particolare l'edificazione di Mentone! Piccolo richiamo storico: Ereditando il castello originale di...
    Ultimo residuo dell'antica città di Podium Pini, monumento storico, il monastero dell'Annunciazione è un simbolo per la città di Mentone. Lo si indovina lassù arroccato sulla sua collina a 225 metri sul livello del mare. Ma se il luogo si fa discreto, è altrimenti più generoso per quanto riguarda il panorama che dà a vedere... e può essere orgoglioso di aver visto tutto dal XI secolo, in particolare l'edificazione di Mentone! Piccolo richiamo storico: Ereditando il castello originale di Puypin, il Signore Ottone V si fa costruire un castello personale in fondo alla collina vicina che viene battezzato Monte Ottone, nome che dà per contrazione Mentone... In seguito il vecchio castello di Puypin sulla collina dei pini fu abbandonato e alla fine del Medioevo rimase viva solo la cappella adiacente. La gente ama allora pregarvi la Vergine annunciata, l'Annunciata. Nel 1660, Isabella di Monaco, sorella del Principe Luigi I, guarita dalla lebbra dopo un pellegrinaggio a Nostra Signora di Puypin, fa costruire le 15 stazioni del Rosario lungo il cammino che conduce alla cappella. Si viene allora più spesso a visitarla per pregare la Vergine Maria e per appendervi degli ex-voto. Nonostante i vari tormenti come la mancanza di risorse, la Rivoluzione, i cambiamenti di proprietà, un terremoto nel 1887, i mentonesi non cessano di venerare Maria per l'Annunciazione. Nel 1922, dopo vent'anni di inoccupazione a seguito della legge francese sulle congregazioni, i Frati Cappuccini tornarono ad occupare i luoghi. Nel 1967, le chiavi di Mentone sono simbolicamente consegnati al monastero. L'ultimo cappuccino, fra Emmanuel, rimasto solo per diversi anni, lascia nel 1998 il monastero. Si annuncia allora sul giornale la sua messa in vendita. Una sorella delle Annonciades del Thiais lo scopre dal fratello residente nella regione nizzarda e ne parla alla madre superiora. Il progetto - inizialmente saltuario - matura e, in unione con le Suore Apostoliche di Héverlé, l'acquisto del Monastero è firmato il 24 gennaio 2000. Nell'anno, 4 Annunciazioni monache e 4 Annunciazioni apostoliche vi si installano, dando nuovo respiro al luogo Santo.
    Apertura soggetta a modifiche.
  • Ambiente
    • Nella periferia della città
  • Lingue parlate
    • Francese
Apertura
Periodi di apertura
  • Tutto l'anno 2022
    Aperto Tutti i giorni
Nos suggestions