Guarda le foto (2)

Mountain bike AE o VTT da Saorge alla Bendola di Castou

Attività sportive, Sport ciclistici, Percorso ciclabile gravel bike, Percorso per mountain bike a pedalata assistita A Saorge
8.0 km
  • Questa è una passeggiata per tutti con una bella ricompensa alla fine! La "fine del mondo"... è il nome dato dalla Saar al canyon di Bendola dopo il ponte di Castou. Ma shhh... Hai caldo? Sognate un luogo incontaminato? Questo è per te.

  • All'estremità orientale di Saorge, raggiungete la chiesa romanica della Madonna del Poggio che si erge fieramente sulla stessa linea di cresta del monastero, poco più in basso. Lasciatevi scivolare sulla RD 138 fino alla prima grande curva, sulla vostra destra le "Pépinières de la Bendola": lasciate la strada asfaltata per andare dritti sul largo sentiero che si unisce alla frazione di Castou, verso est.
    La pista si snoda sopra le gole di Bendola. Passerete sulla vostra destra proprio...
    All'estremità orientale di Saorge, raggiungete la chiesa romanica della Madonna del Poggio che si erge fieramente sulla stessa linea di cresta del monastero, poco più in basso. Lasciatevi scivolare sulla RD 138 fino alla prima grande curva, sulla vostra destra le "Pépinières de la Bendola": lasciate la strada asfaltata per andare dritti sul largo sentiero che si unisce alla frazione di Castou, verso est.
    La pista si snoda sopra le gole di Bendola. Passerete sulla vostra destra proprio accanto a una torre di guardia medievale fortificata che la domina.
    Nella sua interezza la Bendola è il canyon più lungo d'Europa, sorgendo proprio sul confine italiano.
    Non vedrete la frazione di Castou, nascosta a sinistra sopra la pista.
    Dopo Castou, la pista scende.
    Puoi fare una pausa per sognare ad occhi aperti, fare uno spuntino, nuotare... Sia prendendo il sentiero che scende a sinistra nella curva verso il ponte di Castou, la Madonina, il passo del Muratone e ben oltre, il paese di Pigna in Italia, sia continuando fino alla fine della pista: lì vi si offre il luogo conosciuto come "plat de Castou" di fronte all'arrivo della selvaggia valle del Grana, o un po' più a valle la possibilità di raggiungere le gole di Castou con un'escursione acquatica... se non avete troppo freddo!
    In ogni caso, siete qui in una natura incontaminata.
Chiudere