Guarda le foto (7)

Natura 2000 : Siti di pipistrelli di Breil-sur-Roya

Fiume/Ruscello, Lago, Punto d'osservazione, Canyon A Breil-sur-Roya

  • I principali centri di diversità biologica si trovano sulla riva sinistra della Roya, sulle pendici che dominano il comune di Breil-sur-Roya e la dorsale di confine, e nella parte meridionale del sito, un'area più marcata da influenze mediterranee.
    Le formazioni più notevoli in termini di vegetazione sono le ostriche, la vegetazione di scogliera e le vecchie terrazze coltivate a olivo. Il problema principale è rappresentato dalle foreste alluvionali, che svolgono un ruolo fondamentale per i...
    I principali centri di diversità biologica si trovano sulla riva sinistra della Roya, sulle pendici che dominano il comune di Breil-sur-Roya e la dorsale di confine, e nella parte meridionale del sito, un'area più marcata da influenze mediterranee.
    Le formazioni più notevoli in termini di vegetazione sono le ostriche, la vegetazione di scogliera e le vecchie terrazze coltivate a olivo. Il problema principale è rappresentato dalle foreste alluvionali, che svolgono un ruolo fondamentale per i pipistrelli.
    Roccaforte della produzione olivicola nel XIX secolo, il paesaggio è stato plasmato da queste coltivazioni a terrazze che hanno ammorbidito i pendii e ridotto la copertura forestale.
    Cappella Notre-Dame du Mont :
    Questo sito è stato designato principalmente per la sua ricchezza di pipistrelli. Nella Cappella di Notre-Dame du Mont, in particolare, sono ospitate importanti popolazioni di Grand Rhinolophe, Euryale Rhinolophe e soprattutto i Murin con le orecchie dentellate (la più grande colonia di parto della regione). Oltre a questo carattere eccezionale, il sito si trova anche nella parte centrale della nota gamma degli Spelerpès degli Strinati.
    Tra gli insetti, il Plum Borer (la quinta stazione del dipartimento) e la Tignola dalle ali rosse sono un problema prioritario per il sito, così come il gambero dai piedi bianchi, che si trova in notevole densità nella Roya.
    Infine, per quanto riguarda la flora, la genziana ligure è abbondante ai margini del sito.
    Questo sito Natura 2000 ha la particolarità di essere incentrato sul villaggio di Breil-sur-Roya e le sue abitazioni. L'attività umana è quindi diffusa, ma varia molto da un'area all'altra.
    Il sito si estende su poco meno di un terzo del territorio comunale, dal quartiere di Giandola a nord fino ai piedi della frazione di Piène-Haute a sud e dal quartiere di Pinéa a ovest fino alla Tête d'Alpe a est. La topografia è molto accidentata, come dimostra la presenza di diverse cime: le Cime du Bosc sulla riva destra (1124 m) e soprattutto l'Arpette (1611 m) o il Monte Fourquin (1420 m) sulla riva sinistra.
    Il territorio del sito è inoltre esposto ad una notevole variabilità climatica. Il comune di Breil-sur-Roya, situato a bassa quota (300 m), registra meno precipitazioni e temperature più miti rispetto alle cime circostanti. Questa zona è fortemente influenzata dal clima mite e umido che caratterizza la regione del Golfo di Genova in Italia. Il pendio del confine è più freddo e umido.
    L'ambiente acquatico è modificato dal lago Breil-sur-Roya, che è un serbatoio che alimenta la centrale idroelettrica situata a valle del villaggio. Diverse attività avranno probabilmente un impatto lungo il fiume Roya. L'agricoltura a Breil-sur-Roya è ancora caratterizzata da un gran numero di aziende agricole, prevalentemente orientate all'olivicoltura (per lo più familiare, occasionale). L'attività pastorale è presente anche in vari settori del sito. La gestione forestale del sito da parte dell'ONF è quasi esclusivamente orientata alla protezione.
    Infine, le attività sportive e per il tempo libero sono numerose: escursioni a piedi e a cavallo, mountain bike, canyoning, rafting, pesca, attività motorizzate, ecc. Le attività di le escursioni a piedi e in mountain bike sono particolarmente apprezzate e il sito offre Numerosi sentieri e piste per tutti i tipi di utenti.
    Il crinale di confine, il sentiero di valle, il GR 510 e 52a e i sentieri di accesso alle frazioni di Libre e Piène-Haute sono i più frequentati.
    L'altro grande centro ricreativo è per le attività acquatiche. Tutti i livelli sono presenti e permettono quindi di attirare sia i non iniziati che gli appassionati. Gli sport d'acqua bianca (rafting, kayak, escursioni in acqua, ecc.) sulla Roya, a monte del villaggio, completano il quadro. Breil-sur-Roya è infatti nota per i suoi canyon, la valle della Carleva, il torrente Audin (Fanghetto), un'escursione acquatica ideale per un'iniziazione e per i bambini, e infine il famoso fiume Maglia (livello difficile).
  • Ambiente

    • Campagna
    • Vista montagna
    • Lago o bacino d'acqua a -5 km
    • In prossimità di un itinerario GR
  • Lingue parlate

    • Francese
Apertura

Periodi di apertura

  • Tutto l'anno
    Aperto Tutti i giorni
  • * Con riserva di condizioni atmosferiche favorevoli
I nostri suggerimenti